Le piante da interno sono una componente essenziale per migliorare l’aspetto di ogni appartamento!

In più il verde illumina gli spazi interni ed è che migliorano l’umore e la qualità dell’ambiente!

Le piante da interno sono popolari perché sono relativamente facili da curare, forniscono benefici per la salute e possono essere utilizzate in una varietà di contesti di arredamento per interni.

Le piante da appartemento: ideali per chi non ha un giardino!

Le piante da interno sono un’ottima opzione per coloro che hanno poco spazio per un giardino all’aperto o per coloro che vivono in climi con inverni molto freddi.

Quindi, se ti prendi cura delle piante da interno per la prima volta, la nostra guida definitiva ti fornirà le informazioni necessarie per consentire alle tue nuove amiche una vita lunga ed in salute! 😉 

Le domande frequenti

 

Quale è la particolarita delle piante d’appartamento?
Le piante da interno sono piante che crescono all’interno. Ci sono una varietà di piante tropicali, come le palme, che prosperano negli ambienti interni.

 

Come si piantano le piante d’appartamento?
Il più delle volte, le piante da interno sono già in vaso, quindi non è necessario piantarle. In genere ci sono solo due motivi per cui devi piantare una pianta da interno.

Se la tua pianta sta diventando troppo grande, dovrai ripiantarla in un vaso più grande .

Se vuoi coltivare i bulbi in casa, dovrai piantarli tu stesso in un vaso

 

Di quanta luce hanno bisogno le piante d’appartamento?
Piante grasse e cactus necessitano di luce solare continua e quotidiana. Le piante con fogliame necessitano di circa 8 ore di luce al giorno. La quantità di luce dipende dalle piante che stai coltivando, quindi ti suggeriamo di fare ricerche sulle piante specifiche che stai coltivando.

 

Quali sono le qualità di una buona pianta da interno?
Ci sono diverse qualità da cercare quando si seleziona una pianta da interno.

  • Un buon apparato radicale – Questo è incredibilmente importante quando si sceglie una pianta. Non è pratico tirare fuori una pianta dal vaso per controllarne le radici, ma se è una pianta piccola , questo può essere fatto. Le radici sane sono spesse e di colore chiaro.
  • Fogliame- Ecco una buona regola pratica quando si tratta di fogliame della pianta: se non riesci a vedere attraverso di esso, il fogliame è abbastanza spesso.
  • Verificare la presenza di malattie – Alcuni segni di una pianta con parassiti o malattie sono: punti bianchi, residui appiccicosi sulle foglie e un cattivo odore.

 

Quali sono le piante da interno che richiedono poca luce?
Le piante da interno che necessitano di poca luce potrebbero essere adatte per luoghi in cui la luce è più scarsa. Alcune piante che richiedono poca luce sono:

  • I filodendri – Piante da interno molto comune che attirano raramente i parassiti. Sono piante generose che si adattano a vari ambienti
  • Pothos: Una pianta con foglie colorate e vibranti. Questa pianta funziona alla grande in una varietà di ambienti, prosperando in condizioni di scarsa illuminazione o in condizioni di luce intensa e indiretta.

 

 

  • Dracaena – Questa è un’altra popolare pianta da interno con lunghe foglie verdi. Questa è una pianta da interno che vorresti potare se il fogliame diventa troppo lungo.

 

Quali sono le piante da interno più facili da curare?
Di seguito è riportato un elenco di piante da interno di cui è facile prendersi cura:

  • Sansevieria
  • Filodendro
  • La maggior parte delle piante grasse
  • Pothos
  • Zamia

 

Quali piante sono considerate piante da interno?
Le piante che richiedono una bassa quantità di luce e acqua per prosperare sono generalmente note come piante da interno. Ambius considera queste piante come esempi di comuni piante da interno:

  • Dracaena
  • Hedera Helix
  • Sansevieria Zeylanica Superba
  • Scindapsus
  • Aglaonema
  • Dracaena
  • Felci
  • Filodendri
  • Palme
  • Pothos
  • Spathiphyllum
  • Piante grasse

 

Quali sono le piante d’appartamento più facili da curare?
Queste piante d’appartamento tollereranno la luce e l’umidità. Inoltre, avranno meno probabilità di affrontare i parassiti, di solito non crescono troppo.

Ecco la nostra lista!

  • Aglaonema
  • Aspidistra 
  • Piante grasse: assicurati di dare loro una luce intensa.
  • Dracene
  • Filodendri

Come si rinvasano le piante da interno?
A meno che la tua pianta da interno non sia diventata troppo grande per il vaso in cui si trova, in genere non è necessario rinvasare la piante da interno. Per passaggi e suggerimenti su come re-invasare correttamente le piante, consulta il nostro blog sul re-invasatura delle piante .

 

Come mi prendo cura delle piante d’appartamento?
Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a prenderti cura delle piante d’appartamento:

Mantenere umido il terriccio: è importante assicurarsi che il terreno non sia troppo umido né troppo asciutto
Assicurati che il vaso della pianta abbia fori di drenaggio sul fondo del vaso
Posiziona la tua pianta vicino a una fonte di luce, naturale o artificiale

 

Come si potano le piante d’appartamento?
Se non hai motivo di potare le piante, non farlo. Ma se noti che la tua pianta sta diventando regolare e snella, ti consigliamo di potarla.

 

Quali sono alcuni dei motivi comuni per cui le piante d’appartamento muoiono?
Le cause più frequenti:

Eccessiva irrigazione
Livelli di luce (o poca o troppa luce)
Trascuratezza

 

Quanto tempo vivono in genere le piante d’appartamento?
In media, le piante da appartamento da interno durano 2-5 anni. Dopodiché, le piante smettono di prosperare ed è meglio investire in un’altra pianta.

 

Quali piante da interni migliorano maggiormente la qualità dell’aria?
Tutte le piante sono in grado purificatre l’aria, tuttavia alcune piante agiscono in maniera maggiore al processo di purificazione della nostra aria

  • Dracaena dai bordi rossi
  • Spatifillium

 

In che modo le piante d’appartamento influenzano l’umore delle persone?
Le persone sono spesso sorprese di quanto siano benefiche le piante da interno. Le piante non solo puliscono l’aria, ma riducono anche i livelli di rumore e lo stress nei luoghi di lavoro.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *